Bias cognitivi, non se ne sente parlare molto vero? Io li ho scoperti quando ho sentito la necessità di capire perché particolari situazioni della mia vita non fluivano e ho scoperto che la nostra mente distorce la realtà.

Ecco come riconoscere i bias cognitivi

Hai mai avuto anche tu la sensazione di non riuscire a prendere la decisione giusta? O magari continui a procrastinare una scelta importante? Ti capita di ritrovarti a fare considerazioni o dare opinioni ma che in un secondo momento pensi: “Ma come ho fatto a dire una cosa del genere”?

Ebbene in quei momenti la tua mente è preda dei bias cognitivi.

Per capire come agiscono e come individuarli nei nostri meccanismi mentali, dobbiamo prima prenderne consapevolezza, conoscerli, riconoscerli, individuarli ma soprattutto iniziare a essere sinceri con noi stessi, cercando di osservarci quando ne facciamo uso.

sferya-circle bias significato bias cognitivi bias di conferma errori cognitivi euristica

Perché i bias cognitivi vanno riconosciuti?

Per capire come influenzano la nostra vita e come ostacolano il nostro pensiero obiettivo e razionale.

Ma partiamo con la definizione: il bias indica un giudizio o un pregiudizio che porta a un errore di valutazione o alla  mancanza di oggettività.

È mai capitato anche a te di giudicare una persona solo dal suo aspetto esteriore e scoprire che invece ti eri sbagliato?

Hai mai sovrastimato le tue capacità? Ad esempio: “Ho un ottimo senso dell’orientamento, non mettere il navigatore” e poi ritrovarti perduto chissà dove…?

La persona più facile da ingannare siamo noi stessi.
(Edward Bunker)

I bias fanno parte delle euristiche cognitive

Le euristiche sono scorciatoie mentali che portano a conclusioni veloci con il minimo sforzo cognitivo. Insieme alle convinzioni, sono il risultato evolutivo che ha permesso al nostro cervello di elaborare pensieri e azioni in brevissimo tempo e col minimo dispendio di energia. Tutto merito della rivoluzione cognitiva avvenuta circa 70 mila anni fa.

Gli psicologi Daniel Kahneman e Amos Tversky sono stati dei pionieri negli studi sulle distorsioni del giudizio che hanno descritto in un articolo del 1974 (apparso su Science Vol.185 pp.1124-1131) “Judgment under uncertainty: heuristics and biases”.

Quindi i bias cognitivi sono particolari euristiche o scorciatoie inefficaci usate per esprimere dei giudizi. Si trasformeranno in pregiudizi su cose mai viste o di cui non si è mai avuto esperienza, distorcendo la nostra realtà oggettiva.

In sostanza i bias cognitivi sono pregiudizi astratti che non si generano su dati di realtà ma si acquisiscono a priori senza critica o giudizio.

sferya-city-night bias significato bias cognitivi bias di conferma euristiche

Errori cognitivi: ecco i 6 più frequenti

Leggendoli fai lo sforzo di pensare in quali situazioni li hai usati anche tu. Solo prendendone consapevolezza potrai riconoscerli e bloccarli.

  1. Bias della correlazione illusoria (Illusory Correlation)

    È la tendenza delle persone ad associare due cose che in realtà sono totalmente scollegate (eventi, accadimenti, ecc.). Per esempio: quando vai in un locale e assisti a una rissa tra due passanti, sarai portato a dire: “Quel locale è frequentato da persone violente“. Ci tornerai a fatica anche se in realtà non è colpa del locale se quelle due persone passavano da lì.

  2. Bias dell’effetto Alone (Halo Effect)

    Scrive Kahneman: “L’effetto alone contribuisce a mantenere semplici e coerenti le narrazioni esplicative esagerando la coerenza delle valutazioni: i buoni fanno solo cose buone e i cattivi solo cose cattive”.

    È la tendenza a valutare cose e persone in base a pochi indizi. Ad esempio: una persona di bell’aspetto che sarà sicuramente anche buona, quando invece non c’è nessuna correlazione tra le due cose.

  3. Bias del favoritismo di gruppo (In-group Bias)

    È la tendenza delle persone a favorire appartenenti al proprio gruppo (qualunque esso sia: sociale, culturale, etnico, ecc.) anziché persone esterne. Questo bias è molto diffuso per esempio nello sport o in politica. Tifosi e sostenitori di una squadra o un partito considereranno negativamente a priori una persona della fazione opposta.

  4. Bias di conferma (Confirmation Bias)

    È la tendenza a cercare conferme alle proprie convinzioni e a rifiutare evidenze che le contraddicono. Per esempio un ricercatore tenterà sempre informazioni che supportino la sua tesi e quasi mai che la mettano in discussione. Nel campo della scienza questa tendenza ha un termine: “cherry picking” ovvero tieni le ciliegie buone (i dati che confermano la tua teoria) scartando le altre. Solo poche persone riescono a fare un’analisi obiettiva.

  5. Bias di ancoraggio (anchoring bias)

    È un bias nel quale tendiamo a prendere una decisione confrontando solo un insieme limitato di elementi. L’errore è quello di fissarsi su un valore che viene poi usato arbitrariamente in modo comparativo. Ovvero come termine di paragone per le valutazioni in corso invece che basarsi sul valore assoluto.

  6. Bias della fallacia della mano calda (Hot-Hand Fallacy)

    È la tendenza  a credere, dopo aver avuto casualmente successo in un evento, di poterlo replicare nei tentativi successivi. Avviene soprattutto nei giochi d’azzardo e negli sport. Ovvero la classica situazione in cui una volta che abbiamo vinto pensiamo di essere invincibili. Quasi sempre questo non avviene.

Ora che anche tu come me, hai scoperto come funzionano gli errori cognitivi, ti rimangono poche scuse per giustificarti quando qualcosa va storto.

Saperci osservare dall’esterno ci permette di guardare i nostri atteggiamenti nei confronti della vita con obiettività ma soprattutto di riuscire a fare scelte razionali e non dettate solo dall’emozione o dall’istinto.

Il vero sciocco, colui che gli dèi deridono e distruggono, è colui che non conosce se stesso.
(Oscar Wilde)

Ricordati che il cambiamento agisce sempre: è questo il momento giusto per iniziare a cambiare vita.

Morris

“Cambia vita in 15 minuti”

 

Per chi segue il metodo S.F.E.R.Y.A:
Dedica 15 minuti al giorno a questi aspetti per avvicinarti al tuo obiettivo:

seleziona le parole chiave di questo articolo e trasformale in azioni utili per il tuo obiettivo.

CAMBIA VITA IN 15 MINUTI
Hai già fatto il test di cambiamento rapido per scoprire se il Metodo S.F.E.R.Y.A. ti può aiutare a cambiare vita in 15 minuti? Clicca qui!
sferya-logo

 

Continua a seguirci, iscriviti alla nostra newsletter

newsletter-verde

Lascia un commento

Open chat
Help
Ciao!
hai bisogno di aiuto?

Scrivici pure, cercheremo di risponderti il prima possibile. 😊