Il complesso di inferiorità è uno dei disagi più diffusi del mondo contemporaneo. Questo perché viviamo in una società basata sulla competizione, in cui è facile sentirsi perennemente paragonati a chi ha più successo, è più in forma, si sente più intelligente di noi ecc.
Non c’è nulla di male nell’osservare il modo in cui gli altri si comportano perché, sin da bambini, la nostra mente utilizza il paragone per aiutarci a conoscere il mondo. Quando il confronto con gli altri diventa motivo di frustrazione anziché un modo per migliorare  ed affinare le tue caratteristiche e qualità, quando il paragone con gli altri  diventa una costante nella tua vita, al punto da ossessionarti, ecco che si può parlare di complesso di inferiorità. In questo articolo ti spiego cos’è, cosa succede quando si presenta in coppia e le soluzioni per superarlo con serenità. Può succedere a chiunque: l’importante è agire. Se ci sono riuscito io puoi riuscirci anche tu! Ti va di seguirmi? Cominciamo!

Cos’è il complesso di inferiorità?

Il complesso di inferiorità è  un malessere che si manifesta quando non ci si sente all’altezza degli altri. Questo accade in genere se:

  • da bambini abbiamo sperimentato un senso di impotenza o abbiamo subíto il paragone con fratelli, sorelle o compagni di scuola.
  • da adulti abbiamo coltivato inconsciamente la convinzione di non essere capaci di raggiungere il successo e di non meritare la felicità.

In entrambi i casi chi soffre di un complesso di inferiorità ha consolidato dentro di sé l’idea sbagliata e irrazionale di “non essere abbastanza”. Ed è proprio questa convinzione a condizionare la sua vita, innescando meccanismi autosabotanti a conferma della sua irrecuperabile goffaggine e incompetenza. Ci vuole una bella iniezione di autostima!

Che tu creda di farcela o meno avrai comunque ragione.

Henry Ford

complesso di inferiorità, sferya, cambiamento dinamico

Il cambiamento dinamico è un approccio valido per superare il complesso di inferiorità e migliorare la qualità dei nostri pensieri e, di conseguenza, della nostra vita. Ecco come fare.

Complesso di inferiorità nella coppia

Alla base del complesso di inferiorità c’è una scarsa autostima che deriva dalle credenze che sono state alimentate durante la vita. La percezione che abbiamo di noi stessi influenza le nostre azioni e condiziona le relazioni che abbiamo con gli altri. Per spiegarmi meglio ti propongo un esempio.

Una ragazza molto carina ha le lentiggini. Da bambina le sue compagne di classe la chiamavano Pippi Calzelunghe e lei è cresciuta disprezzando questa caratteristica di sé. Da adolescente vive male il confronto con le altre amiche che hanno una carnagione diversa dalla sua, al punto da considerarsi brutta rispetto a loro. Proprio in questa fase della sua vita incontra un ragazzo che s’innamora di lei e che adora le sue lentiggini. All’inizio la ragazza ha un atteggiamento scostante e diffidente – non può credere che qualcuno possa amare un suo “difetto” – ma alla fine lui la convince che quello che lei detesta è un bellissimo segno della sua unicità.

In alcune coppie capita che uno dei due si senta inferiore rispetto all’altro. Secondo gli psicologi, il complesso di inferiorità di un adulto può essere dovuto al fatto che durante l’infanzia si abbia avuto la sensazione di non sentirsi all’altezza delle aspettative di un punto di riferimento importante (in genere si tratta di uno dei genitori e succede anche involontariamente). A questo punto è spontaneo chiedersi: quando questo succede, come si supera il senso di inferiorità nella coppia?

L’amore non va elemosinato. Tutti abbiamo pregi e difetti e, se una persona ci ama, ci apprezzerà nella nostra interezza. Chi nella coppia tende a subire e a dire sempre di sì, può uscire da questo ruolo cominciando ad avere il coraggio di esprimere il proprio pensiero nel bene e nel male. Parlare con chiarezza e spiegare all’altro come ci sentiamo in modo semplice permette al nostro partner di osservare le situazioni da un punto di vista nuovo e di comportarsi in modo diverso.

 

complesso di inferiorità, sferya, cambiamento dinamico

Superare il disagio di sentirsi inferiori: soluzioni

  • Le cose non sono mai tutte bianche o tutte nere, nella vita esistono migliaia di sfumature. Imparare ad apprezzarle ci fa vedere la realtà in una prospettiva più ampia e ci mostra come i nostri piccoli difetti sono in realtà segni distintivi della nostra unicità.
  • Concentrati su ciò che conta davvero per te. A volte basta spostare il focus dei nostri pensieri per migliorare l’umore della giornata e allontanare dalla mente il senso di inadeguatezza e di inferiorità. Fa’ quello che ami e lasciati avvolgere dalla gioia che provi nel farlo.
  • Prenditi cura di te. Rompi il circolo vizioso del confronto che ti sottrae tempo ed energie. Sono la persona più importante del mondo e mi merito il meglio”. Inserisci questa frase nella lista delle nuove credenze da “installare” nella tua mente e ripetila ogni volta che ne senti il bisogno.

In generale devi provare gratitudine per ogni cosa che fa parte della tua vita perché è il segreto dell’autostima e della felicità. Possiamo confrontarci con chi abbiamo di più per sentirci motivati e con chi ha meno per congratularci delle nostre “fortune”. L’importante è creare il movimento a te utile per crescere, migliorare, evolverti.

Cambia vita in 15 minuti!
Morris

Per chi segue il metodo S.F.E.R.Y.A:
Dedica 15 minuti al giorno a questi aspetti per avvicinarti al tuo obiettivo:

dopo aver letto l’articolo, definisci le azioni più semplici e quelle più complesse per riportare equilibrio nella tua vita e nella coppia. Parti dalle azioni più semplici e progredisci poco per volta verso quelle più complesse. Ricorda: la coppia è formata da due persone, non puoi cambiare per gli altri ma puoi migliorare le condizioni. Se tu cambi tutto intorno a te cambia.

CAMBIA VITA IN 15 MINUTI
Hai già fatto il test di cambiamento rapido per scoprire se il Metodo S.F.E.R.Y.A. ti può aiutare a cambiare vita in 15 minuti? Clicca qui!
sferya-logo


100% privacy tutelata. 100% contenuti.
Ti puoi cancellare quando vuoi.

Lascia un commento