Hai mai sentito parlare di meccanismi di difesa? Se hai cliccato su questo articolo forse sai già cosa sono o magari vuoi saperne di più per capire in che modo ci si difende dagli altri in maniera inconscia.
Sai, credo che tra le parole chiave della realtà in cui viviamo ci sia “cambiamento dinamico” e ora ti spiego perché ti scrivo questo, proprio a proposito dei meccanismi di difesa.
Il modo in cui reagiamo ai cambiamenti ha un grande impatto sulle relazioni con gli altri e sul nostro stile di vita. Se riconosciamo le dinamiche che guidano i nostri comportamenti possiamo scegliere in modo consapevole le nostre azioni ed essere pienamente responsabili delle loro conseguenze.
In poche parole, se capiamo come funzionano i meccanismi di difesa sarà più facile adattarci al mondo in costante evoluzione e vivere con più gioia.
Ti va di scoprire insieme quali sono? Ti spiegherò quello che ho compreso per esperienza personale.

Cosa sono i meccanismi di difesa?

I meccanismi di difesa sono delle manovre messe in moto dal nostro inconscio per proteggerci dai cambiamenti. Si tratta di processi della psiche che ognuno di noi mette in atto in situazioni di stress o quando deve fronteggiare dei conflitti interiori.

Immagina di trovarti in una situazione in cui desideri fortemente qualcosa ma c’è qualche ostacolo che ti impedisce di realizzare i tuoi obiettivi. Razionalmente sai bene che per uscire da questa situazione avresti bisogno di trovare una soluzione a metà strada tra piacere e dovere. Tuttavia, come capita spesso, quando vengono toccate le “tue certezze” tendi a metterti sulla difensiva. È molto probabile quindi che ti verrà spontaneo agire in difesa delle tue credenze più radicate, in linea con le tue abitudini e la tua zona di comfort.

meccanismi di difesa, Sferya, cambiamento dinamico

Quali sono i meccanismi di difesa?

I meccanismi di difesa sono:

  • sentimenti
  • pensieri
  • comportamenti

che si manifestano in maniera automatica ogni volta che viene percepito un pericolo per il nostro equilibrio psichico.

Per darti un’idea di ciò di cui parliamo, ho riassunto brevemente i meccanismi di difesa più diffusi. Eccoli in una veloce carrellata che ti permetterà di riconoscerli:

  • Rimozione: la mente reagisce a desideri, sentimenti, pensieri o esperienze disturbanti dimenticandoli.
  • Spostamento: l’individuo sposta una reazione a qualcosa che lo disturba da una persona ad un oggetto collegato a quella persona.
  • Formazione reattiva: la persona non accetta i propri sentimenti, pensieri e comportamenti verso qualcuno e li sostituisce comportandosi nel modo opposto.
  • Somatizzazione: è il trasferimento dei sentimenti dolorosi a parti del corpo.
  • Intellettualizzazione: si utilizza in modo eccessivo il pensiero astratto per evitare di provare sentimenti dolorosi. Così facendo si riduce la possibilità di una partecipazione emotiva da parte di altre persone.

meccanismi di difesa, sferya, cambiamento dinamico

Meccanismi di difesa: come si difende la nostra mente

Altri modi che abbiamo per affrontare situazioni dolorose sono:

  • Scissione: la persona considera sé stessa o gli altri totalmente buoni o totalmente cattivi, alternando momenti di adorazione a momenti di disprezzo.
  • Identificazione proiettiva: per giustificare sentimenti, comportamenti e impulsi che considera inaccettabili la persona che li prova li attribuisce ad un altro.
  • Repressione: l’individuo mette da parte il problema evitando di pensare a sentimenti, situazioni e esperienze disturbanti per un po’, rimandando il momento giusto per affrontarli.
  • Altruismo: l’altruista soddisfa i propri bisogni occupandosi di quelli degli altri, incanalando emozioni come rabbia e senso d’impotenza in modo da non generare scompensi.
  • Sublimazione: sentimenti o impulsi considerati inadeguati vengono “sublimati” in comportamenti socialmente accettabili come sport, lavori competitivi, espressioni artistiche.
  • Umorismo: è un modo evoluto di gestire lo stress del conflitto. Enfatizzando gli aspetti ironici del problema permette di creare un clima che allevi la tensione.

meccanismi di difesa, sferya, cambiamento dinamico

Come superare i meccanismi di difesa

I meccanismi di difesa si sono sviluppati nel corso dei secoli per permetterci di sopravvivere ai pericoli. Nella realtà di oggi queste strategie che la mente ha creato per proteggerci talvolta ci mostrano le cose in modo distorto e più che aiutarci ci limitano. Cosa fare allora?

Per evitare di restare intrappolati nei meandri della mente il mio invito è quello di:

  • Riconoscere i tuoi meccanismi di difesa e quelli degli altri
  • Osservarli senza giudicarti o giudicare chi hai intorno
  • Staccare il “pilota automatico” e agire con più presenza
  • Accogliere la diversità e essere aperti al cambiamento

Ricordati sempre che il cervello usa gli automatismi per semplificare le sue operazioni: ad esempio se qualcuno ti tende la mano tu allunghi la tua, se incontri una persona saluti e chiedi come va ecc. Sono tutti automatismi utili. Siamo noi che a volte, a causa di emozioni negative o situazioni spiacevoli, tendiamo ad automatizzare risposte non volute. Prenderne consapevolezza è il primo atto, poi con gradualità puoi gestire a mente lucida le situazioni in modo più costruttivo del passato. Apriti al cambiamento dinamico perché è fondamentale per ottenere qualsiasi cosa tu voglia.

Cambia vita in 15 minuti!

Morris

Per chi segue il metodo S.F.E.R.Y.A:
Dedica 15 minuti al giorno a questi aspetti per avvicinarti al tuo obiettivo:

accetta la situazione iniziale come un dato di fatto. Definisci le azioni da fare per portare cambiamenti concreti nella tua vita. Agisci.

CAMBIA VITA IN 15 MINUTI
Hai già fatto il test di cambiamento rapido per scoprire se il Metodo S.F.E.R.Y.A. ti può aiutare a cambiare vita in 15 minuti? Clicca qui!
sferya-logo

Morris Bottazzi, Sferya, cambiamento dinamico

100% privacy tutelata. 100% contenuti.
Ti puoi cancellare quando vuoi.

Lascia un commento