Sempre più spesso negli annunci di lavoro e successivamente nei colloqui viene richiesta la capacità di problem solving. Magari non tutti sanno dare una definizione dettagliata della cosa ma è noto che sia una di quelle  “competenze trasversali che viene richiesta in ogni campo lavorativo. In qualunque ambito, infatti, la capacità di risolvere problemi risulta fondamentale. Sopratutto oggi, dove il cambiamento agisce continuamente, dobbiamo essere in grado di identificare precocemente il problema e di trovare una soluzione.

A volte i problemi potrebbero sembrare degli ostacoli difficili da oltrepassare. Questo spesso accade perché ci si concentra sul risultato finale che si vuole raggiungere senza pensare a tutto quello che sta nel mezzo. Ad esempio se punti l’attenzione solo su quanto sia alta e distante da te la vetta di una montagna da raggiungere, non ti accorgerai che c’è un sentiero, una funivia o un elicottero che ti permette di arrivare in cima.

La psicologia ha definito il problem solving come l’insieme delle abilità e dei processi cognitivi necessari per arrivare alla risoluzione di un problema. Come puoi facilmente immaginare questa capacità è utile oltre che nell’ambito aziendale , anche a scuola e nella vita di tutti i giorni.

Problem solving esercizi, Problem solving definizione, Problem solving significato, strategia, Problem solving fasi, Problem solving a scuola, cos’è Problem solving, giochi, corsi, aziendale, psicologia, didattica, logica, problemi, sferya, cambiamento dinamico

Risolvere i problemi: come si fa?

Da quando è stato dato un significato preciso a questa abilità, gli si è dedicata sempre più attenzione e si sono moltiplicate le teorie di problem solving, le metodologie pratiche e i corsi per sviluppare questa capacità. In generale possiamo dire che la risoluzione di un problema avviene procedendo nel seguente modo:

  1. Descrizione;
  2. Cause;
  3. Ricerca soluzioni possibili;
  4. Verifica dell’efficacia delle soluzioni ipotizzate;
  5. Selezione di una fra queste;
  6. Ideazione della strategia consequenziale;
  7. Verifica della strategia in atto.

Problem solving esercizi, Problem solving definizione, Problem solving significato, strategia, Problem solving fasi, Problem solving a scuola, cos’è Problem solving, giochi, corsi, aziendale, psicologia, didattica, logica, problemi, sferya, cambiamento dinamico

Alla base del problem solving: l’oggettività

I metodi di problem solving sono svariati. In linea di massima il procedimento generale è quello riportato sopra, tuttavia, alcuni prevedono un numero di fasi differente perché alcuni passaggi sono stati accorpati in uno solo o separati a seconda delle esigenze. Esempi di metodi sono: F.A.R.E. (focalizzare, analizzare, risolvere, eseguire), PDCA (Plan Do Check Act), DMAIC (Define Measure Analyze Improve Control), metodo cartesiano, metodo Lasswell o delle 5W (Who, What, When, Where, Why).

Qualunque sia la metodologia pratica di risoluzione dei problemi che utilizziamo è fondamentale che ci estraniamo dal problema stesso. A volte qualcuno potrebbe confondere l’estraniarsi con lo sminuire la situazione o non preoccuparsene, invece intendo dire: vedere la situazione dall’esterno. In questo modo le sensazioni e le emozioni che ci legano alla situazione non sono più di intralcio e riusciamo ad essere più obiettivi, focalizzati e creativi. Altra cosa essenziale è considerarlo un quesito da risolvere, una sfida e non un problema. Pensa alla sensazione nel momento in cui qualcuno ti dice: “Hey, vieni facciamo un gioco!” e a ciò che invece percepisci quando qualcuno ti dice: “c’è un problema, corri!“. Se pensiamo che qualcosa sia un problema, di fatto, si iniziano ad inviare al cervello degli input di preoccupazione, dubbio e negatività che inevitabilmente faranno essere meno lucidi e focalizzati sulla chiave di risoluzione. L’attuale didattica scolastica e l’approccio allo studio ci insegna a evitare i problemi invece di percepirli come una sfida.

Analizzando la situazione dall’esterno cambiamo prospettiva e riusciamo così ad avere una visione d’insieme sulla situazione. Percepire la circostanza in questo modo aiuta a mostrarcela sotto diversi punti di vista.

Problem solving esercizi, Problem solving definizione, Problem solving significato, strategia, Problem solving fasi, Problem solving a scuola, cos’è Problem solving, giochi, corsi, aziendale, psicologia, didattica, logica, problemi, sferya, cambiamento dinamico

Sviluppa la tua capacità di problem solving!

Il problem solving nelle prime teorie era qualcosa di scientifico-matematico, oggi si considera come una strategia che unisce alla logica la creatività. Nel tempo si è capito quanto la capacità di pensare fuori dagli schemi preconfezionati e di trovare soluzioni alternative sia fondamentale per mettere in atto al meglio la terza delle fasi di problem solving che abbiamo elencato prima: la ricerca delle soluzioni possibili.

Mi permetto di darti un suggerimento che penso ti sarà utile quanto lo è stato per me: affronta i problemi della vita mano a mano che si presentano e non lasciare che i problemi si accumulino uno sull’altro. Assumi il controllo e la responsabilità di quello che accade e ti accorgerai che, via via che lo farai, diventerà sempre più facile.

“Cambia vita in 15 minuti”

Morris

Per chi segue il metodo S.F.E.R.Y.A:
Dedica 15 minuti al giorno a questi aspetti per avvicinarti al tuo obiettivo:

acquisisci consapevolezza su questi temi facendo pratica ed esperienza.

CAMBIA VITA IN 15 MINUTI
Hai già fatto il test di cambiamento rapido per scoprire se il Metodo S.F.E.R.Y.A. ti può aiutare a cambiare vita in 15 minuti? Clicca qui!
sferya-logo

 

100% contenuti, 0% spam: iscriviti alla newsletter di Sferya!

100% privacy tutelata. 100% contenuti.
Ti puoi cancellare quando vuoi.

Lascia un commento

Open chat
Help
Ciao!
hai bisogno di aiuto?

Scrivici pure, cercheremo di risponderti il prima possibile. 😊