Hai mai avuto la sensazione di fare qualcosa anche se di fatto non ne avevi la minima intenzione e chiederti come sia accaduto? Ti è mai capitato di vedere qualcuno e pensare che viene manovrato come una marionetta? Esistono molte persone che si comportano da manipolatori (volontariamente o involontariamente). Quando si parla di manipolazione, non bisogna solo pensare a santoni o guru che promettono fatture e magie, si fanno dare denaro o fanno fare cose alle persone, ma si può anche fare riferimento ad altro.

Per capirci la manipolazione è quella che usa anche la mamma quando vuole far mangiare gli spinaci al bimbo: “li preferisci con l’olio o con il burro?” Ecco di fatto il bimbo è in trappola: in pratica dovrà comunque finire col mangiarsi gli spinaci, ma a lui sembrerà di aver fatto una scelta. Ovviamente il caso qui è banale e si tratta di una furbata assolutamente a fin di bene e parlare di manipolazione è forse troppo, ma serviva per farti capire il concetto. Cerchiamo di spiegarci meglio.

Narcisista, egoista, potere dei pensieri, narcisismo patologico, savoir faire, pensieri positivi, subdolo, perverso, sferya

Chi sei, manipolatore?

Il manipolatore (uomo o donna che sia) purtroppo di norma non agisce a fin di bene come la nostra mamma degli spinaci, ma si muove per ottenere qualcosa di vantaggioso per se stesso a discapito di una persona più debole. Un po’ come il gatto e la volpe nei confronti di Pinocchio. In sostanza con la manipolazione emotiva questo soggetto riesce a far compiere azioni alla persona facendo violenza psicologica. Questa forma di violenza, che ovviamente ha diversi livelli (non sempre parliamo di criminali insomma!) è sicuramente quanto c’è di più subdolo, perverso ed egocentrico.

Chi si serve della manipolazione di base è una persona narcisista nel profondo anche se non sempre si dimostra così agli occhi delle altre persone. In molti casi, anzi, per raggiungere i propri obiettivi indossa la maschera della debolezza, della persona bisognosa e passiva. Poco importa come arrivare a quello che intende ottenere, anche perché la comprensione degli altri o il dispiacere nei loro confronti è l’ultima cosa che gli interessa. Nel narcisismo patologico del manipolatore il mondo gira intorno a sé e ai propri bisogni: quanto più può ottenere senza dare, meglio è.

Narcisista, egoista, potere dei pensieri, narcisismo patologico, savoir faire, pensieri positivi, subdolo, perverso, sferya

Manipolatore e manipolato

Per il manipolatore la persona debole è sempre un mezzo per ottenere qualcosa. Qualcosa per sé a discapito dell’altro purtroppo. Il manipolatore può anche essere una persona amica, confidente, sicuramente una persona di fiducia dotata di un savoir faire incredibile: una persona con il potere dei pensieri, insomma! A volte può essere anche il partner. Chi domina la manipolazione fa in modo che la sua “vittima” si senta ben voluta e apprezzata. Finché c’è utilità, il manipolato viene sfruttato dopodiché viene chiuso ogni rapporto.

Le relazioni che il manipolatore stringe sono molto futili, gli interessano fino a un certo punto. Anche se non è detto (come anticipato) che si tratti di persone cattive che fanno davvero brutte cose, possono comunque diventarlo quando qualcosa gli interessa. Tieni presente che molte persone lo fanno involontariamente. Quando abbiamo un obiettivo, cerchiamo la strategia migliore per ottenere ciò che vogliamo. Una volta capito come fare, difficilmente cerchiamo strade alternative: se abbiamo utilizzato la manipolazione saremo spinti a replicare quelle strategie e quegli atteggiamenti. In alcuni casi può essere usato dal manipolatore il senso di colpa riempiendo la testa di falsità. Visto che spesso e volentieri la vittima è un soggetto debole e di scarsa autostima, questo aumenta le difficoltà.

Narcisista, egoista, potere dei pensieri, narcisismo patologico, savoir faire, pensieri positivi, subdolo, perverso, sferya

Come difendersi dai manipolatori? Riconoscendoli innanzitutto!

Ti ho promesso 9 segni con i quali riconoscere il manipolatore, eccoli. Individuato il furbacchione, potrai così metterti sulla difensiva!

Il manipolatore:

  1. comunica in maniera confusa e poco chiara: si contraddice ed è ambiguo.
  2. passa dal darti le colpe a mostrarsi una persona indifesa e vulnerabile (quasi fossero due persone distinte).
  3. dice bugie! E a volte l’hai capito anche tu, anche se tira fuori sempre scuse.
  4. Non è per nulla trasparente: di questa persona sai poco niente, tiene nascosto tutto, ma di te sa ogni cosa.
  5. Ti fa sempre i complimenti facili, troppo facili, ed è grazie a questo che gli dai la tua fiducia, non perché faccia qualcosa per te.
  6. Promette, promette e alla fine non mantiene mai, ma continua a rimandare e nel frattempo tu resti in bilico.
  7. Tutto ciò che dà lo fa per chiedere poi molto di più.
  8. Ti fa sentire il colpa? Ti fa paura? Ti minaccia? È un manipolatore.
  9. Cerca di isolarti dagli altri parlando male di te e a te parla male di tutti (dicendo anche cose non vere).

Cari amici…

Scoprire che una persona che credi amica è una manipolatrice non è gradevole, ma non è colpa tua, semplicemente non avevi gli strumenti per capire. Ti chiedo di non perdere fiducia nel prossimo a causa di questa brutta esperienza, ma impara a selezionare meglio chi ti sta vicino e concentrati solo sui tuoi pensieri positivi e sull’aumento dell’autostima.

Morris

 

Per chi segue il metodo S.F.E.R.Y.A:
Dedica 15 minuti al giorno a questi aspetti per avvicinarti al tuo obiettivo:

scopri l’effetto che fa: metti in pratica i consigli di questo articolo.

CAMBIA VITA IN 15 MINUTI
Hai già fatto il test di cambiamento rapido per scoprire se il Metodo S.F.E.R.Y.A. ti può aiutare a cambiare vita in 15 minuti? Clicca qui!
sferya-logo

 

100% contenuti, 0% spam: iscriviti alla newsletter di Sferya!

100% privacy tutelata. 100% contenuti.
Ti puoi cancellare quando vuoi.

Lascia un commento